Multilanguage website

Italian Danish Dutch English French German Greek Icelandic Irish Maltese Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish

che cos'è CONALPA

 

080220091589

Il Grande Albero - Foto di Alberto Colazilli - 2011

 

 Che cos'è il Coordinamento Nazionale per gli Alberi e il Paesaggio. I principali obiettivi dell'associazione sono restaurare e recuperare giardini, promuovere e valorizzare il Paesaggio italiano, combattere contro il consumo di suolo, promuovere la cultura dell'albero, lottare per la Bellezza e per l'Arte.

 

L'ALBERO DELLE STELLE

 

E' sulla collina

avvolto dai mille colori dell'aurora

le stelle si accendono

una ad una sui rami più alti

e tu sei lì

nel buio della valle

immerso tra i rumori della vita

corri corri verso la collina

respira cercando nell'erba alta dei campi

i profumi delle emozioni

il respiro si fa più pesante

il pendio più ripido

ancora qualche passo

e l'albero delle stelle spazzerà via

quasi per incanto la penombra dal cuore

non cadere proprio adesso.

 

DANTE QUAGLIETTA

Tratta dal libro " I fiori del giardino segreto "

 

Letta per il progetto CO.N.AL.PA. in occasione dell'evento "Un albero per la Rinascita"

svoltasi nel comune terremotato di  San Pio delle Camere (AQ) - 2009

Partners del Co.N.Al.Pa. Onlus

Valutazione attuale: Rating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star Blank / 0

 PARTNERS DEL CO.N.AL.PA. ONLUS

 

Un partner è un'entità che intende instaurare un rapporto di reciproca collaborazione con l'associazione Co.N.Al.Pa. Onlus per la promozione e la divulgazione della cultura degli alberi e del paesaggio.

Legare il proprio marchio al Co.N.Al.Pa. Onlus significa appoggiare un importante causa sociale e collaborare con una realtà associativa particolarmente attiva sul piano dell'educazione ambientale e della tutela e conservazione dei beni ambientali. 

Se vuoi diventare nostro partner contattaci scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 Parco Dei Ligustri

PARCO GIARDINO DEI LIGUSTRI

Giardino Pittoresco

Uno dei parchi più belli d'Italia

LORETO APRUTINO (PE)

 Con il Parco Giardino dei Ligustri il Co.N.Al.Pa. Onlus ha instaurato un rapporto di collaborazione per l'educazione ambientale e l'organizzazione di eventi.

 

 

 

 Logo Sorgenti Pescara

Riserva Naturale Regionale Guidata

"SORGENTI DEL PESCARA"

 Popoli (PE)

E' tra le più antiche e importanti riserve naturali regionali della regione Abruzzo

Con la Riserva Sorgenti del Pescara il Co.N.Al.Pa. Onlus collabora nella realizzazione di eventi

e nella tutela e valorizzazione di alberi e paesaggio 

 

 

 

 Stemma Popoli

COMUNE DI POPOLI (PE)

Con il Comune di Popoli il Co.N.Al.Pa. Onlus ha instaurato un protocollo d'intesa per la tutela, valorizzazione e promozione dei beni ambientali sul territorio.

 

 

 

 Stemma Loreto Small

COMUNE DI LORETO APRUTINO (PE)

Con il Comune di Loreto Aprutino il Co.N.Al.Pa. Onlus ha instaurato un protocollo d'intesa per la tutela, valorizzazione e promozione dei beni ambientali sul territorio.  

 

 

 

Fondazione Sorella Natura Logo

Fondazione "Sorella Natura"

Assisi  

La Fondazione Sorella Natura opera per lo sviluppo della cultura e dell’educazione ambientale, ispirandosi al messaggio di San Francesco d’Assisi.

 

 

 

Giardino Pagano

GIARDINO PAGANO

Giardino storico

QUADRELLE (AVELLINO)

 

 

 

Corita

COMITATO PER IL RIMBOSCHIMENTO

CITTA' DI TARANTO

Comitato spontaneo di cittadini ed esperti impegnati

nella promozione e valorizzazione del Verde a Taranto

 Il comitato spontaneo per il Rimboschimento di Taranto c'è un rapporto di costante collaborazione per piantare alberi e organizzare eventi a favore del paesaggio nella città di Taranto.

 

 

 

MR GREEN

MR GREEN SERVICE 

Porto Recanati (MC)

 Azienda impegnata nella cura degli alberi ad alto fusto utilizzando ilmetodo del Tree Climbing

Tra Co.N.Al.Pa. Onlus e Mr Green il c'è il reciproco interesse a valorizzare e recuperare gli alberi monumentali

 

 

 

Albero Sul Mare2web

 ALBERTO COLAZILLI

Il Pittore degli Alberi

Sito Ufficiale

Artista e paesaggista impegnato nella promozione e divulgazione della cultura degli alberi attraverso le arti figurative e l'arte del giardino

Con l'artista e paesaggista Alberto Colazilli il Co.N.Al.Pa. Onlus ha instaurato un rapporto di collaborazione per la valorizzazione degli alberi e del paesaggio attraverso eventi artistici e culturali. 

 

 

Logo Pronatura Abruzzo

Organizzazione regionale

PRO NATURA ABRUZZO

L'organizzazione regionale Pro Natura Abruzzo, federata della Federazione Nazionale Pro Natura, ha instaurato un rapporto di reciproca collaborazione e organizzazione di eventi con il Co.N.Al.Pa. Onlus per la tutela della biodiversità e del paesaggio naturalistico in Abruzzo. 

 

 

 

 Logo Agro Forest Salerno

ORDINE DEI DOTTORI AGRONOMI E DOTTORI FORESTALI

DELLA PROVINCIA DI SALERNO

 

 

 

Emergenza Patrimonio Italia

 

EMERGENZE PATRIMONIO ITALIA

Delegazione italiana di Urgences Patrimoine, onlus francese

che ha per scopo valorizzazione e salvaguardia del

Patrimonio culturale inteso come bene comune 

PinExt
Share

Siti amici

Valutazione attuale: Rating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star Blank / 0

Siti amici

 

A scuola di Alberi

www.ascuoladaglialberi.net

 

Il Parco più Bello d'Italia

Scopri gli oltre 1000 parchi e giardini più belli d'Italia nella guida online del Network dei Parchi Più Belli d'Italia: informazioni di visita, gallerie fotografiche, ricerca per regione, eventi e tutto quello che ti serve per scoprire le bellezze verdi italiane!

www.ilparcopiubello.it

 

Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio

Il Forum Nazionale “Salviamo il Paesaggio – Difendiamo i Territori” è un aggregato di associazioni e cittadini che, mantenendo le peculiarità di ciascun soggetto, intende salvare il territorio italiano  dal cemento selvaggio.

www.salviamoilpaesaggio.it

 

Federazione Nazionale Pro Natura

La Federazione Nazionale Pro Natura è una delle più antiche associazioni nazionali italiane, impegnata nella tutela della natura e della biodiversità  

www.pro-natura.it

PinExt
Share

Le gambe degli alberi - La foresta che cammina in città!

Valutazione attuale: Rating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star Blank / 0

Le gambe degli alberi

 

La foresta finalmente cammina per le vie della città!

 

di

 

Valentino Valentini

 

 

 La Foresta Che Cammina

 La foresta cammina... per le vie di Roma, grazie ad appassionati "fitofori", fratelli degli alberi, nuovi ambientalisti generosi del terzo millennio.  6 ottobre 2013

 

A quelli di Voi cui è capitato di vedere la prima puntata di "Che tempo che fa" spero sia stata  gradita l'improvvisata, se così la vogliamo chiamare, di un certo prof. Mancuso, nientemeno che un docente di botanica, che si è periziato ad evidenziare il fatto che su questa terra "esisterebbero" anche le piante, che pur costituiscono il 97% circa dell'intiera biomassa del pianeta e che nella versione arborea  raggiungono dimensioni ragguardevoli, maggiori di qualsiasi altro vivente. Ma non solo. Nel tentativo di dimostrare al pubblico in studio e ai telespettatori che ogni pianta, ogni albero è un vivente "a tutto tondo" e sbugiardare quella parte d'umanità che li collocherebbe in serie "B" - a  mò di merce utile solo al profitto - forse perchè non hanno voce, possibilità di deambulazione meno che meno o quant'altro, il nostro prof. ci ha mostrato le foto di una piantina di pisello, scattate in cadenzata sequenza, che nel crescere cercava di appoggiarsi o arrampicarsi a sostegni più o meno a portata. "Guardate" - faceva osservare quel desso - "questa pianta non solo si muove, ma possiede anche sensibilità ed intelligenza, proprio per capire come è fatto il mondo intorno a lei..."

Quanti messaggi di questo tipo, pur lodevoli e ingegnosi,  si dovrebbero dare per cambiare mentalità alla gente? Ma per fortuna c'è chi gli alberi li ama e li apprezza "senza se e senza ma", stiamo parlando delle pur numerose associazioni che fanno ancor più bella, colta e vivibile Roma Capitale, e non solo. Con l'apporto esterno delle associazioni CO.RI.TA - CO.N.AL.PA., domenica scorsa esse son diventate l'orizzonte umano  - irradiato dal sole  -  che "dà in prestito" le proprie gambe agli alberi e alle foreste di questo pianeta, che dà loro la voce, la dignità e la visibilità che sono appannaggio solo dei viventi d'élite! Così, come non parlare dello sforzo e della passione di associazioni come "Respiro Verde-Legalberi", il "Popolo degli alberi e dei Giardini", il "Comitato per la Bellezza", la "Federazione Naz. Pro Natura e Pro Natura Abruzzo", il "Touring Club Italiano", i "Volontari a Difesa di Ciò che è Vita", il "Movimento per la Decrescita Felice", le "Sentinelle degli Alberi", i "Patriarchi della Natura", gli "Alberi di Roma", ma anche "Ginkgofarm", "Salviamo il Paesaggio", Feder Trek, LIPU Lazio, Verdi Lazio e "Fare Verde",tutte compagini che hanno percorso le strade di Roma per richiamare l'attenzione di tutti, politici soprattutto, alle problematiche incombenti su Roma, sul territorio nazionale e planetario e dovute ai tagli indiscriminati, alla deforestazione, alla perdita di biodiversità, ai cambiamenti climatici che, ancor mentre si scrive, determinano impatti metereologici che stanno causando ingenti danni, morte e distruzione.Secondo un recente studio dell'agenzia inglese GCP ( = Global Canopy Programme), con sede ad Oxford, è proprio la deforestazione a costituire la vera causa del riscaldamento globale : lo studio dimostrerebbe che ogni giorno di deforestazione libera nell'atmosfera un quantitativo di CO2 equivalente a quello rilasciato da 8 milioni di persone in viaggio da Londra a New York, ossia la spaventosa cifra di due miliardi di tonnellate di CO2 ogni anno. Se perderemo alberi e foreste - ribadiscono alla GCP - perderemo anche la battaglia contro le devastanti mutazioni climatiche. Servono urgentemente misure politiche, un pugno di azioni in grado di agire sul consumo distruttivo, servono incentivi e risorse per riforestare onde contenere il combiamento climatico, serve pensare soprattutto al nostro pianeta-astronave, l'unico che abbiamo!Ma servono anche quei valorosi "fitofori" ( = portatori di alberi) che domenica 6 ott. u.s., albero in spalla, abbiamo visto per le strade della Capitale dar gambe e voce a verdi foreste ed alberi fecondi. Si tratterà solo di cambiare il nome della "marcia": da "Marcia per la Pace" a... "Marcia per la Pace con la Natura"!

 

Articolo Valentini Corriere Del Giorno   Le Gambe Degli Alberi

 Valentino Valentini

Coordinatore Comitato Rimboschimento di Taranto

Dirigente del Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio

PinExt
Share
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del FileCreato
Scarica questo file (articolo-valentini-corriere-del-giorno---le-gambe-degli-alberi.jpg)Le gambe degli alberi - Articolo sul Corriere del Giorno 428 kB2013-10-10 16:38

Il mito del "fitoforo", fratello degli alberi del III millennio

Valutazione attuale: Rating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star Blank / 0

Il mito del "fitoforo", fratello degli alberi del III millennio 

Genesi di un originale movimento ecologista a favore delle foreste.

 

di Alberto Colazilli

 

Questa bella avventura a favore degli alberi e delle foreste nasce nel 2010, in occasione  del  vertice di Cancun ( 29 nov./ 10 dic. 2010), quando l’ambientalista pugliese Valentino Valentini, già coordinatore del Corita di Taranto e tra i promotori del nascente e giovanissimo CONALPA, decise di partire alla volta di Roma, solitario, per intraprendere una lunga marcia tra strade e piazze di rilievo come Stazione Termini, via nazionale, Altare della Patria, Colosseo e ritorno, Via del Corso, Piazza Navona, fino a Castel Sant'Angelo e Piazza del Vaticano.  Valentini aveva in spalla uno zainetto con un alberello sistemato al suo interno, un berretto verde foglia e un cartello al collo con su scritto "Messaggio per Cancun: salviamo le nostre foreste". Come racconta lo stesso Valentini, fu fotografato da molti turisti stranieri, rimasti affascinati da quel gesto così straordinario e originale e fu visto con curiosità dagli stessi romani. Un gesto quindi incredibile e spettacolare al tempo stesso, capace di attirare l'attenzione e di emozionare.

  

 VALENTINO FITOFORO 2010

Valentino Valentini del CONALPA, fotografato a Roma nel 2010 con alberello in spalla

 

La solitaria marcia di Valentini fu il preludio di qualcosa di molto più grande che si sarebbe sviluppato pochi anni più avanti, riscuotendo un successo veramente inaspettato. Inizialmente in molti videro la sua iniziativa come di poco conto, incapace di smuovere le coscienze, ma non era affatto così. E solo il tempo avrebbe dato ragione alla sensibilità di quell’ anziano ambientalista  dall’animo giovane.

Nel 2011, assieme al Parco della Caffarella, si promosse una iniziale, ridotta "Marcia degli Alberi" (se così si poteva chiamarla) per le vie della capitale, ma l'eco della manifestazione non fu grandioso. furono pochissimi i partecipanti, solo una decina. La gente e le stesse associazioni non erano ancora in grado di capire il valore della marcia e dell'alberello in spalla. Tuttavia il valore del messaggio cominciò ad essere recepito. Il 2011 fu un anno di grandi cambiamenti nel nascente movimento a favore degli alberi, si presero decisioni importanti, e fu l'anno della nascita ufficiale di CONALPA come associazione. Da li a poco si ebbe un primo importante consolidamento delle posizioni del gruppo CONALPA sulla promozione e valorizzazione della figura del fitoforo. Ma il lavoro si fece lungo ed impegnativo e dopo una difficile gestazione si dovette aspettare dicembre 2012 per vedere su Roma una prima vera "Marcia degli Alberi" con la nascita ufficiale della figura del "fitoforo" che acquistò una sua dignità e importanza.

 

 559718 10151161112261850 1032268451 N

Fitofori alla Marcia degli Alberi del 2012 - Roma.

 

Come preannunciato dallo stesso Valentini e dai vertici della giovanissima associazione Conalpa, il "fitoforo" è un fratello degli alberi, simbolo di una rinnovata, ritrovata serenità tra uomo e foreste, tra l'umanità e la Madre Terra. Attraverso i fitofori gli alberi possono muoversi in giro per le città, sistemati negli zainetti. Finalmente gli alberi non sono più oggetti ma acquistano una loro dignità assoluta, un'importanza quasi sacrale, come fratelli, appunto! Il fitoforo il nuovo "mito" ambientalista del III millennio, in un'Italia devastata dalla cementificazione e dal taglio indiscriminato di alberi. Tornando a dicembre 2012, grazie all'organizzazione e promozione congiunta di CONALPA, CORITA e Respiro Verde Legalberi di Roma con Massimo Livadiotti e Cristiana Mancinelli Scotti, si ebbe una prima vera "Marcia degli Alberi" che suscitò così tanto clamore da comparire anche sulle colonne di importanti testate giornalistiche di rilievo. Furono diverse le associazioni, soprattutto romane, che parteciparono alla Marcia del 2012, che vedeva il luogo dell’incontro in Piazza San Silvestro in Roma, soprannominata la piazza della vergogna perché priva di alberi. La protesta iniziò proprio da li e si mosse fino al Ministero delle politiche agricole e forestali. Fu l'inizio della grande avventura dei fitofori e la Marcia degli Alberi divenne un appuntamento annuale a  favore delle foreste.

Altro episodio importante, nell'aprile 2013, in occasione della grandiosa protesta contro il Petrolio in Abruzzo, il presidente di CONALPA Alberto Colazilli porta in spalla un grande Pinus pinea alto 1, 70 cm, sistemato in uno zainetto, che svetta all'interno dell'immenso fiume umano della manifestazione che si muove tra le vie principali di Pescara. La presenza di questo grande pino nella lotta contro la deriva petrolifera abruzzese  crea tanto interesse, è fotografato da molta gente e viene trasformato in un caso mediatico. Non solo Roma, quindi, come luogo di azione dei "fitofori" ma anche altre regioni d'Italia.

 

 

 ALBERTOCOLAZILLI FITOFORO 2013

Alberto Colazilli del CONALPA fotografato durante la protesta contro la deriva petrolifera in Abruzzo. Aprile 2013.

 

Arriviamo al 6 ottobre 2013  e la seconda edizione della "Marcia degli Alberi", organizzata e promossa da Respiro Verde-Legalberi, CORITA e da CONALPA, torna a far parlare di se. Questa volta si parte da Piazza del Popolo per muoversi su Via del Corso fino a Piazza San Silvestro, Piazza Barberini per finire davanti al Ministero delle Politiche Agricole e Forestale. Numerose le associazioni che danno la propria adesione, per citarne alcune molto importanti come Pro Natura Nazionale, Touring Club, Coordinamento Salviamo il Paesaggio e Movimento per la Decrescita Felice. Il numero dei partecipanti e dei fitofori aumenta in maniera esponenziale. L'evento ha il patrocinio dello stesso Comune di Roma che quindi lo ufficializza.

 

 La Foresta Che Cammina

"La Foresta in marcia" - Foto manifesto della "Marcia degli Alberi" 2013 a Roma

 

La "mitica" camminata solitaria di Valentini nel lontano 2010 si è dunque evoluta. Non più solitari portatori di alberi ma un'intera “foresta che cammina”, uno spettacolare e simpatico modo per lottare a favore delle foreste che non va circoscritto a una sola città ma che deve diventare nazionale o addirittura internazionale. I dirigenti di CONALPA si stanno muovendo affinchè questo originale "format" possa salvare più alberi possibili, smuovere più cervelli possibili, ringraziando tutte le associazioni che hanno aderito e che continueranno ad aderire, anche in futuro, al "mito del fitoforo". 

 

PinExt
Share

Adottare gli alberi

Valutazione attuale: Rating StarRating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star Blank / 1

ADOTTARE GLI ALBERI

 

L'unico modo per salvarli dalla distruzione

 

 

 

Quercia Pollutri1

Quercus cerris in provincia di Chieti (CH) - Foto di Alberto Colazilli

 

 

 

 

 

Sono tantissimi gli scempi e gli atti vandalici che vengono perpetrati contro i grandi alberi, soprattutto nelle città e nei piccoli centri di Provincia. Spesso si distruggono intere alberature con la scusa che stanno compromettendo i marciapiedi oppure perchè ci sono esemplari malati, storti, pericolanti che hanno una stabilità precaria. Lungo le strade si eliminano alberi decennali o secolari perchè vengono visti pericolosi per gli automobilisti... i cosiddetti "alberi assassini", come se l'albero fosse capace di uccidere! La mancanza di fondi nelle casse comunali e regionali, oltre all'incompetenza di numerosi addetti alla cura del verde, sta portando a un impoverimento e degrado del nostro patrimonio arboreo pubblico. Inoltre, moltissimi Comuni non hanno adottato un Piano del Verde per la catalogazione e tutela di specie arboree di pregio, o per mancanza di soldi o per indifferenza verso il problema. 

 

 

Magnolia1

Magnolia grandiflora secolare nel Giardino Inglese della Reggia di Caserta - Foto di Alberto Colazilli

 

 

L'unico modo per salvare gli alberi dalla distruzione e dal degrado è la loro adozione da parte dei cittadini. Ma per adozione non si può intendere un semplice cartellino o una fascetta piazzata sul tronco dove si sceglie il nome e basta. Non serve a niente dare il solo nome all'albero, che può essere anche bellissimo, fantasioso, ma senza alcun potere nei confronti delle motoseghe facili in quanto privo di qualsiasi valore giuridico.

 

 

Platano1

Maestoso Platanus nel Giardino Inglese della Reggia di Caserta - Foto di Alberto Colazilli

 

 

Adozione significa curare l'albero, gestirlo, renderlo sempre più bello e preservarlo dagli atti vandalici. E' lo stesso concetto di quando si adotta un cane o un gatto. Ma per far questo c'è bisogno dell'intervento delle istituzioni con la consegna alle famiglie o aziende interessate di un attestato riconosciuto a tutti gli effetti dalla legge. Occorre lavorare su questo se vogliamo una gestione del verde di qualità! Ogni gruppo di famiglie, comitato cittadino, quartiere o azienda, addottando un albero, impedirebbe un eventuale abbattimento indiscriminato o capitozzatura selvaggia, impegnandosi nella sua tutela e valorizzazione nel corso del tempo, potendo tramandare le sue cure anche di generazione in generazione. Basterebbe scegliere le alberature storiche, gli esemplari più significativi e pregiati, oppure avere in gestione un parco urbano dove poter piantare alberi col proprio nome. Tutto sta nella sensibilità  e passione dei cittadini e delle amministrazioni. Comitati, associazioni, scuole o singoli cittadini. in accordo con la locale Amministrazione, si impegnano a mettere insieme somme di denaro per piantare alberi o per adottare quelli già esistenti, o per riqualificare giardini e aiuole. inserite vicino agli alberi o nei parchi. Dunque, massima visibilità per gli aderenti oltre a valorizzazione del territorio.  A quel punto viene fatta publicità a tutti i partecipanti, che verranno evidenziati su targhe. Il controllo dei vari alberi adottati, oltre alla supervisione e gestione degli interventi, deve essere comunque gestito da una commissione tecnico-scientifica composta da esperti del settore affiliati al Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio che danno le direttive in merito alle varie cure colturali. In parole povere, i cittadini e le aziende che adottano l'albero o gruppi di alberi, non rimangono da soli ma vengono seguiti e istruiti nella cura del verde e diventano partecipi dell'abbellimento della propria città, senza incidere maggiormente sulle casse del comune.

 

 Acero Campestre1

Un bellissimo Acer campestris in provincia di Pescara (Abruzzo) - Foto di Alberto Colazilli

 

 

La notevole importanza degli eco-servizi degli alberi, soprattutto nelle città, con lo straordinario potere di assorbire le polveri sottili e combattere la CO2, dovrebbe spingere tutti gli organi competenti a creare questo progetto di adozione. Si tratta di un gesto che, in un certo senso, ci salva la vita! Ogni albero è generatore  di biodiversità ed è una grande fabbrica di produzione "gratuita" di ossigeno.

 

 

Grandi Alberi

Juniperus contorti tra le rocce nel Parco Nazionale del Circeo - Foto di Alberto Colazilli

 

 

Senza alberi la vita dell'uomo e di tutti gli esseri viventi è spacciata!

 

 

Staff  CO.N.AL.PA. (Coordinamento Nazionale per gli Alberi e il Paesaggio)

PinExt
Share

Perfezione e poesia di alberi e fiori

Valutazione attuale: Rating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star Blank / 0

Perfezione e poesia di fiori e alberi

 
 

Foto Mie 251

La superba perfezione e poesia di un grande albero nella veste invernale - Foto di Alberto Colazilli

 

I suoni della natura contro i rumori della città

Chi ha un giardino o un terrazzo fiorito e chi abita in campagna certamente si può definire più fortunato di chi vive in città caotiche dove la vita non ha quasi più un significato. E' ormai scientificamente provato che il contatto con la natura cura determinate malattie dell'anima, prima fra tutte la depressione e la mania di suicidio. La depressione è un male oscuro contemporaneo, in fortissimo aumento, che nasce e si sviluppa soprattutto nelle grandi metropoli  dove l'annullamento dell'essere è immediata. Il contatto con i fiori e con gli esseri viventi, la visione di paesaggi, cascate, boschi, laghi ecc... dove l'antropizzazione selvaggia è al minimo e dove si possono respirare profumi, riesce a sconfiggere la solitudine e cancella stati depressivi. La natura, nella sua straordinaria magia di colori e forme, riesce a diventare potente terapia gratuita, dal valore inestimabile!

.

Buone Feste1

Un grande albero nella veste invernale - Foto di Alberto Colazilli

 

Nelle città siamo subito schiacciati dai rumori e dal disordine, cose inconcepibili nella natura dove ci sono suoni che sanno rilassare l'anima senza lacerarla. Il rumore è un invenzione dell'industrializzazione. Il disordine non esiste nella natura, dove tutto è perfezione. Il selvatico non è mai disordine perchè segue i ritmi e le leggi di Madre Terra. Diventa  disordine solo se l'uomo interviene maldestramente, degradando l'ecosistema. Natura misteriosa e fatata, quella di un bosco notturno al plenilunio. Natura che da felicità, quella di un fiore che sboccia in un giardino segreto.

 

 

 

Ginestra

Fiore di Ginestra - Foto di Alberto Colazilli

 

 

I fiori e gli alberi curano il nostro malessere interiore

Non c'è niente di più esaltante e gratificante di vivere in mezzo ai fiori e agli alberi per tutta la vita. Essi seguono i ritmi delle stagioni, sono anche esseri viventi straordinari, muniti di un'alta sensibilità, capaci di riconoscere e sentire un animo distorto da un animo puro. La pianta da fiore si ritrae immediatamente se non trova la persona giusta con cui può vivere bene tutta la vita. Ci sono fiori così delicati e così esigenti che vivono proprio dell'amore del giardiniere o del botanico appassionato e solo quando hanno scelto la loro "anima pura" incominciano a fiorire senza sosta. La coltivazione di fiori e alberi da giardino è un'arte antichissima che non si apprende sui banchi di scuola o in un banale master in giardinaggio; la cura di queste creature ha bisogno di anime pure e fortemente sensibili alla natura e alla bellezza. L'osservazione attenta, il vivere a contatto con questi esseri viventi, la sensibilità nel saperli ascoltare e accarezzare come se fossero dei figli, sono tutte qualità che si apprendono attraverso l'esperienza, la pazienza, la passione, la voglia di conoscere ogni minimo mistero della natura. I fiori e gli alberi creano potenti energie positive, musiche spettacolari che ci rinvingoriscono l'anima e ci fanno camminare il cervello. Correre tra i boschi e arrampicarsi sugli alberi o sentire il profumo di un fiore appena sbocciato sono assoluti momenti di crescita in senso totalmente positivo per il nostro essere! Ecco perchè è importante riportare le nuove generazioni a contatto con questo meraviglioso mondo fatto d di emozioni.

Ci sono persone che hanno rinunciato a tutto pur di rimanere a vivere in giardini dedicando loro anima e corpo. La passioone di grandi e sensibili persone ha portato alla creazione di giardini così affascinanti e ricchi di fiori da essere quasi dei paradisi terrestri incantati dove il tempo si ferma magicamente, talmente preziosi da essere di inestimabile valore. Sono luoghi veramente unici, opere d'arte che dovrebbero essere preservate dalla speculazione edilizia e dal degrado.

 

 

 

Vinca Major

Fiore di Vinca - Foto di Alberto Colazilli

 

La  sacra purezza del fiore

Qualsiasi fiore, nella sua incredibile perfezione e purezza, dona sempre felicità. I fiori sono distanti dalla corruttibilità dell'animo umano. Non sono esseri corrotti, non conoscono partito politico o malvagità, o ideologia o fanatismo. Per dirla scientificamente il fiore serve per produrre frutti e poi semi per far progredire la specie. Per dirla poeticamente, la missione del fiore è quella di regalare all'occhio e allo spirito tanta felicità. Ricordiamoci, sempre, che siamo solo noi umani, con le nostre aberrazioni, a corrompere la purezza inimitabile di Madre Natura.

 

(Alberto Colazilli)

PinExt
Share

Investire nel verde per la salute

Valutazione attuale: Rating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star Blank / 0

Investire nel verde significa salute e qualità della vita.

Bisogna lottare tutti uniti contro il "Partito del Cemento"

 

 

 

Bosco2

Tavolozze di colori che rallegrano lo spirito. Foto di Alberto Colazilli

 

 

 

 Investire nel verde significa prima di tutto  investire nella qualità della vita e nella salute dei cittadini. Le nostre città sono sottoposte ogni anno a una vera e propria cappa di inquinamento ed è obbligatorio che le amministrazioni adottino una grande rivoluzione verde. Bisogna coinvolgere le aziende leader nel settore dei trasporti, delle automobili e dell'edilizia sostenibile in una vasta campagna di sensibilizzazione ed educazione verso la messa a dimora di alberi e la creazioni di parchi e giardini. Progettare le città verdi in maniera intelligente, lasciare ampi spazi boscosi, smetterla di cementificare ogni centimentro di terra come è macabra tradizione in Italia. Portare la campagna in città, in una veste pittoresca, poetica e curatrice della salute. Ma per far questo occorre prima di tutto una Santa Alleanza tra le vaste e numerose anime verdi dell'ecologismo italiano.

 

Alberi2

Gli alberi sono sinfonie della natura. Foto di Alberto Colazilli

 

 

Nel Bel Paese si scontrano ormai due fazioni contrapposte ed armate: da una parte gli esponenti del "Partito del Cemento" che vogliono impermeabilizzare tutta la penisola e renderla terra di conquista del calcestruzzo; dall'altra il movimento verde, il popolo degli ecologisti, nelle sue molteplici anime e ideologie, che propugna a qualsiasi livello una nuova Green Italy.
Il movimento ecologista italiano, così pieno di validissimi esponenti, associazioni storiche e professionisti si ritrova spesso a dover far fronte alle solite scaramucce interne, alle rotte di collisione ideologiche che non mantengono ben salde le posizioni del fronte. Se da una parte il mondo dei costruttori senza scrupoli ha appoggi potentissimi fin dentro ai Palazzi del potere, dall'altro il movimento ecologista deve sempre rivedere le sue alleanze, immerso in una galassia infinita di comitati, associazioni, movimenti d'opinione e chi più ne a più ne metta!

 

Alberi4

L'albero autunnale in una sapiente gradazione di colori dal verde smeraldo al verdino, fino al giallo oro. Foto di Alberto Colazilli

 

 

Poi, accanto all'ecologismo vero, che vuole una crescita della qualità della vita ad ogni costo, una partecipazione dei cittadini e un rispetto delle leggi, si affianca lo pseudoecologismo dal sapore prettamente "partitico" che mira ai compromessi e alle solite poltronissime al potere, che stipula alleanze con i partiti, chiudendo un occhio davanti a eventuali scempi ambientali per non perdere il posto nella nicchia privilegiata, ritagliata con tanta fatica!
Negli ultimi decenni 1/4 dell'Italia è stato inghiottito per sempre dal cemento armato e dall'asfalto. L'Italia, di questo passo, rischia di diventare una Nazione "impermeabilizzata" dominata dal cemento e dove la volontà dei cittadini è sottoposta alle decisioni dei costruttori e dei partiti loro affilliati.

 

21 22 Novembre 2009 584

L'albero autunnale in una sapiente gradazione di colori dal verde fino al giallo oro.

Foto di Alberto Colazilli

 

 

Finchè il mondo ecologista continuerà a lacerarsi nelle sue divisioni interne e a non rimanere ben saldo nella battaglia, non si riuscirà mai a fermare la distruzione sistematica del Giardino Italia. Occorre collaborazione tra le anime ecologiste, occorre programmare progetti insieme. Vista la situazione gravissima, non possiamo permetterci di rinchiuderci nei nostri castelli, nelle nostre dimore, e difendere solo i nostri interessi associativi, lasciando da soli i cittadini, vittime primarie delle alluvioni, delle speculazioni, del brutto che avanza. I cittadini vogliono risposte, vogliono fatti. Bisogna tornare tra la gente, fare "politica ambientale" seria, decisa, senza se e senza ma.

Immaginiamo intere città senza alberi o giardini in cui, per disperazione, disegnano fiori e alberi sui muri, quasi in una terribile decadenza dello spirito e dell'animo, alla ricerca di qualcosa che non c'è più, piegati dall'inquinamneto, dall'ignoranza e dalla perdita della ragione!
La Natura ci salva la vita, quindi noi associazioni ecologiste siamo obbligate assolutamente a mettere sempre al primo posto la tutela dell' ambiente e lasciar perdere gli interessi personali... prima che sia troppo tardi!

 

Alberi3

Perfezione della Madre Terra. Verde smeraldo per il piacere dei nostri occhi. Foto di Alberto Colazilli

 



Staff Coordinamento Nazioanale Alberi e Paesaggio

PinExt
Share

La Civiltà degli Alberi

Valutazione attuale: Rating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star BlankRating Star Blank / 0

UNA  NUOVA  CIVILTA'  DEGLI  ALBERI

 

 

Bosco1

Il bosco - foto di Alberto Colazilli

 

 

 

Immaginiamo un mondo senza più energia, in cui la gente per sopravvivere deve abbattere alberi, uccidere tutti gli animali compresi i cani e i gatti, distruggere tutto di tutto, in cui neppure l'oro ha più valore, in cui la moneta, i diamanti, sono inutili di fronte alla necessità di scaldarsi e di sopravvivere. Siamo arrivati al punto in cui tutta l'umanità è sottoposta al drastico problema energetico, siamo schiavi dell'elettricità a tutti i costi... dimenticando quel sano sviluppo eco-sostenibile in cui gli alberi e le foreste erano inesauribile e fondamentale fonte di vita. Riflettiamo su questo. La Natura è l'unica che può salvarci dal disastro... Bisogna tornare a vivere al naturale.

SAPER COMBINARE IL PROGRESSO TECNOLOGICO CHE MIGLIORA LA VITA CON IL RISPETTO ASSOLUTO DEI VALORI DELLA NATURA E DEL CREATO. SOLO COSI' L'UOMO SARA' VERAMENTE GRANDE E POTRA' CRESCERE CULTURALMENTE E NELLA SUA INTELLIGENZA.

 

Alberi1

Magie di grandi alberi nell'autunno - Foto di Alberto Colazilli

 

Le grandi comodità dell'era capitalistica ci stanno strappando la capacità di vivere con naturalità. Tutto è diventato oggetto usa e getta. Tutto è in vendita! Il territorio può essere smembrato, falcidiato, degradato... Noi auspichiamo a una CIVILTA' DEGLI ALBERI in cui il bosco, la foresta, gli alberi tutti diventano priorità assoluta per gli habitat, per le città, per la sopravvivenza dell'uomo. Dall'albero nasce la vita, nasce il mobile di legno, l'ecosistema, la spiritualità e la saggezza di un popolo. Senza una cultura radicata degli alberi non ci può essere una cultura dell'ambiente e una economia verde.

 

Bosco5

Boschi argentati di ulivi, per millenni fonte di sostentamento per intere civiltà - Foto di Alberto Colazilli

 

Immaginiamo cosa sarebbe il nostro poetico "focolare domestico" di antica memoria senza quella legna che viene fatta con sapienza e pazienza da chi ama ancora la natura e non la distrugge per proprio tornaconto o per specularci sopra. Per millenni gli alberi hanno scaldato e salvato la vita di intere popolazioni, quindi è inconcepibile osservare alberi abbattuti e ridotti a "rifiuto speciale", buttati via per far posto a nuovo consumo di suolo e cementificazione selvaggia. Già i monaci Camaldolesi e i Francescani, sin dal Medioevo, avevano capito l'importanza assoluta dei boschi come fonte di vita, biodiversità e sostentamento. Si piantavano boschi e alberi perchè venivano visti come qualcosa di estremamente importante e si dava all'albero un valore sacro. Oggi gli alberi vengono sdradicati dalle ruspe, sotterrati nei cantieri , maciullati in una morte orribile ed indegna, assieme a tutta quella vita (aniamli, insetti, funghi, uccelli ecc...) che contribuiscono a sviluppare e rigenerare. OCCORRE UNA GESTIONE FORESTALE INTELLIGENTE, PIANTARE PIU' ALBERI POSSIBILI SUL TERRITORIO E GESTIRLI CON CURA E AMORE... IN MODO DA FAR CRESCERE L'ECONOMIA TURISTICA DI UNA NAZIONE E LA SALUTE DEI CITTADINI.

 

Bosco3

La Grande Madre dipinge quadri di assoluta preziosità durante le stagioni - Foto di Alberto Colazilli

 

Gli alberi e i boschi sono sempre stati fonte di sostentamento, hanno sempre dato legna da ardere, frutti, riparo, luogo di riposo, diventando attrazione turistica, luoghi di cultura e di arte. TRASFORMARE I BOSCHI E LE FORESTE IN DISTESE FUNEREE E IMPERMEABILI DISSEMINATE DI ASFALTO E CEMENTO EQUIVALE ALLA MORTE TOTALE DI UNA CIVILTA'. E' la FINE DI UNA CULTURA! E' LA DEGENERAZIONE PROGRESSIVA DELL'INTELLIGENZA UMANA.

Una NUOVA CIVILTA' DEGLI ALBERI significa nuova filosofia del vivere, o meglio, promuovere un NUOVO STILE DI VITA TOTALMENTE PROPENSO ALLA QUALITA'. Gestione forestale sostenibile, turismo dei grandi alberi, città verdi... adottare gli alberi e i boschi per non farli finire nell'abbandono e nel degrado antropico... promuovere la nascita di boschi d'arte e boschi della saggezza in cui i cittadini possono ritrovare la spiritualità, dipingere all'aria aperta, correre, passeggiare, vivere nella più totale spensieratezza.

Piantare alberi diventerebbe quasi uno sport salutare, utile per la nostra civiltà, per la nostra salute e per la sopravvivenza di Madre Terra.

Questi sono alcuni dei punti che l'Associazione COORDINAMENTO NAZIONALE ALBERI E PAESAGGIO vuole realizzare.

 

 

(Staff del Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio)

PinExt
Share

Progetto "Città Verde"

Valutazione attuale: Rating StarRating StarRating StarRating StarRating Star / 2

IL FUTURO E’ NELLE  CITTA’ VERDI

 

Riforestare le città per salvare la nostra salute!

 

 

Alberi3

Il fogliame verde smeraldo di un grande albero non è solo bellezza ma anche un'ottima schermatura contro il caldo - Foto di Alberto Colazilli

 

 La metropoli di vecchia concezione, simbolo della rivoluzione industriale, il luogo della produzione e del commercio, dell’agglomerato di tante persone, diventa sempre più il simbolo del fallimento della modernità. Ormai, il concetto “Modernità” ha cambiato significato, soprattutto per quanto riguarda le città: prima era il grattacielo, la megalopoli gigantesca, le autostrade, la cementificazione, adesso è diventato qualità della vita, connubio felice tra città e campagna e maggiori parchi e aree verdi. La metropoli che collassa su se stessa, che cresce senza controllo e diventa megalopoli, non piace più come luogo del vivere. E’ solo una degenerazione del tessuto urbano che porta violenza, delinquenza, traffico, rifiuti, che può uccidere o deprimere, strappare l'anima al cittadino e togliergli la pace. La gente delle metropoli è più depressa di quella che vive in campagna o a contatto con la natura.

 

 

Cedrus Libani1

I grandi alberi, oltre a essere santuari verdi sono anche produttori fondamentali di ossigeno e ecosistemi. Foto di Alberto Colazilli

 

Nelle metropoli la cattiva  gestione del verde porta i parchi pubblici a diventare luoghi di delinquenza. La frenetica vita metropolitana ci impedisce di vivere con spensieratezza un'amicizia o un rapporto sentimentale, ci impone a rinchiuderci nelle quattro mura di un appartamento dove si cerca di creare anche il proprio mondo. Gli uomini, come insetti, vivono nei grandi “alveari” di cemento e acciaio. Se nelle metropoli la vita si annulla nel cemento e nel caos, in campagna essa torna alla solarità e si respira la pace. La metropoli è luogo dell'inquinamento luminoso e della solitudine interiore, la campagna è invece luogo della luna piena, delle stelle che si possono ancora ammirare liberamente e del romanticismo tra alberi e paesaggi.

 

 

Giardino Inglese   Reggia Di Caserta

I parchi cittadini sono fondamentali per mitigare l'aria e combattere l'inquinamento. Foto di Alberto Colazilli

 

Come ci insegna la grave problematica dell’inquinamento di numerose città italiane, bisogna tornare alla comunione tra città e paesaggio. Utilizzare ogni centimetro di terreno per costruire crea solo grandi problemi di consumo di suolo e di degrado. I tempi sono cambiati e si chiede a gran voce maggiore abbellimento cittadino e  qualità della vita. Le città verdi sono il futuro e possono soltanto diventare una vincente alternativa che porta maggiori benefici per la salute e per l’anima dei cittadini.

 

 

Img 46241

Il grande albero ti salva la vita! Foto di Alberto Colazilli

 

Nella promozione del "Progetto Green City"  il Coordinanmento Nazionale Alberi e Paesaggio si impegna per l'attuazione e il rispetto di una LEGGE SERIA che imponga obbligatoriamente la messa a dimora, cura e salvaguardia di alberi in qualsiasi parco pubblico, privato o angolo verde delle città, compresi i condomini, le villette a schiera ecc... E chi non pianta alberi o li abbatte deve essere multato in maniera salatissima! Bisogna insegnare alle Amministrazioni e agli Enti che la riforestazione urbana è l'unico modo sostenibile per combattere l'inquinamento.  

 

 

STAFF DEL CO.N.AL.PA. (Coordinamento Nazionale per gli Alberi e il Paesaggio)

 

 

PinExt
Share

L'Albero della Saggezza

Valutazione attuale: Rating StarRating StarRating StarRating StarRating Star / 1

L'ALBERO DELLA SAGGEZZA

 

Logo Poolo Alberipiccolo

 

Realizzato da Alberto Colazilli totalmente con penna grafica digitale.

Il grande albero è rappresentato con un profilo di uomo dalla lunga barba che si intreccia tra le radici e i rami contorti.

Nel 2012 è diventato il Logo del "Popolo degli Alberi e dei Giardini"

 

Spesso il rapporto che abbiamo con gli alberi è quello di "oggetti usa e getta" che si possono tagliare per la legna,  sdradicare per costruire, mutilare per vandalismo, torturare per sadico piacere... ma proviamo a trattarli invece come AMICI, degli amici importantissimi e fondamentali che producono ossigeno e vita per noi piccoli uomini!

Il rapporto con gli alberi, sacri spiriti adorati da millenni, custodi di culture e storie, va costruito attraverso la meditazione e la contemplazione, la poesia, la pittura, il rispetto totale della Madre Terra. Solo così riusciremo a vivere meglio e conoscere il segreto della felicità!

(ALBERTO COLAZILLI - CO.N.AL.PA.)

PinExt
Share

Significato del logo CONALPA

Valutazione attuale: Rating StarRating StarRating StarRating StarRating Star / 1

IL SIGNIFICATO DEL LOGO CO.N.AL.PA.

 

Nuovo Medaglione Conalpa2

 

Il logo del CO.N.AL.PA. è il risultato di un lungo e ambizioso lavoro di squadra che ha dimostrato grande unione, intraprendenza  e creatività. L’ideazione, nel 2009, è di Alberto Colazilli, con la collaborazione di Davide Di Natale,  la realizzazione in disegno è di Florenza Mongelli, la realizzazione in grafica digitale è di Clara Candeloro.  L’albero, simbolo della rinascita e della pace, unione simbolica tra Terra e Cielo, nasce dalla Madre Terra, che qui viene rappresentata con il dolce profilo di una donna, evocato dalle cime del Gran Sasso d’Italia che nella terra d’Abruzzo tutti amano identificare come la “Bella Addormentata”.  Così come la Madre Terra  è origine di tutte le cose e dal suo ventre germoglia la vita, allo stesso modo l’Albero  è visto  come l’eterno  femminino le cui braccia sono i rami che cullano e proteggono e dai suoi frutti  l’umanità sugge la linfa vitale. Il colore del logo è il blu indaco che richiama l’amore puro ed anche la purezza dell’acqua elemento indispensabile per la vita.

Lo staff del CO.N.AL.PA.

 

PinExt
Share

NEWS dal Popolo degli alberi e dei giardini (2)

Written on 01/01/2016, 23:28 by admin
partners-del-co-n-al-pa-onlus PARTNERS DEL CO.N.AL.PA. ONLUS   Un partner è un'entità che intende instaurare un rapporto di reciproca collaborazione con l'associazione Co.N.Al.Pa. Onlus per la promozione e la divulgazione della cultura degli alberi e del paesaggio. Legare il proprio marchio al Co.N.Al.Pa. Onlus significa appoggiare un importante causa sociale e collaborare con una realtà associativa particolarmente attiva sul piano dell'educazione ambientale e della tutela e conservazione dei beni...
Written on 01/01/2016, 23:15 by admin
Siti amici   A scuola di Alberi www.ascuoladaglialberi.net   Il Parco più Bello d'Italia Scopri gli oltre 1000 parchi e giardini più belli d'Italia nella guida online del Network dei Parchi Più Belli d'Italia: informazioni di visita, gallerie fotografiche, ricerca per regione, eventi e tutto quello che ti serve per scoprire le bellezze verdi italiane! www.ilparcopiubello.it   Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio Il Forum Nazionale “Salviamo il Paesaggio – Difendiamo i...
Written on 09/10/2013, 13:47 by admin
le-gambe-degli-alberiLe gambe degli alberi   La foresta finalmente cammina per le vie della città!   di   Valentino Valentini        La foresta cammina... per le vie di Roma, grazie ad appassionati "fitofori", fratelli degli alberi, nuovi ambientalisti generosi del terzo millennio.  6 ottobre 2013   A quelli di Voi cui è capitato di vedere la prima puntata di "Che tempo che fa" spero sia stata  gradita l'improvvisata, se così la vogliamo chiamare, di un certo prof. Mancuso, nientemeno che...
Written on 07/10/2013, 22:54 by admin
il-mito-del-fitoforo-fratello-degli-alberi-del-iii-millennioIl mito del "fitoforo", fratello degli alberi del III millennio  Genesi di un originale movimento ecologista a favore delle foreste.   di Alberto Colazilli   Questa bella avventura a favore degli alberi e delle foreste nasce nel 2010, in occasione  del  vertice di Cancun ( 29 nov./ 10 dic. 2010), quando l’ambientalista pugliese Valentino Valentini, già coordinatore del Corita di Taranto e tra i promotori del nascente e giovanissimo CONALPA, decise di partire alla volta di...
Written on 05/05/2013, 21:57 by admin
adottare-gli-alberiADOTTARE GLI ALBERI   L'unico modo per salvarli dalla distruzione       Quercus cerris in provincia di Chieti (CH) - Foto di Alberto Colazilli           Sono tantissimi gli scempi e gli atti vandalici che vengono perpetrati contro i grandi alberi, soprattutto nelle città e nei piccoli centri di Provincia. Spesso si distruggono intere alberature con la scusa che stanno compromettendo i marciapiedi oppure perchè ci sono esemplari malati, storti, pericolanti che hanno...
Written on 05/05/2013, 21:56 by admin
perfezione-e-poesia-di-alberi-e-fioriPerfezione e poesia di fiori e alberi    La superba perfezione e poesia di un grande albero nella veste invernale - Foto di Alberto Colazilli   I suoni della natura contro i rumori della città Chi ha un giardino o un terrazzo fiorito e chi abita in campagna certamente si può definire più fortunato di chi vive in città caotiche dove la vita non ha quasi più un significato. E' ormai scientificamente provato che il contatto con la natura cura determinate malattie...
Written on 05/05/2013, 21:54 by admin
investire-nel-verde-per-la-saluteInvestire nel verde significa salute e qualità della vita. Bisogna lottare tutti uniti contro il "Partito del Cemento"       Tavolozze di colori che rallegrano lo spirito. Foto di Alberto Colazilli        Investire nel verde significa prima di tutto  investire nella qualità della vita e nella salute dei cittadini. Le nostre città sono sottoposte ogni anno a una vera e propria cappa di inquinamento ed è obbligatorio che le amministrazioni adottino una grande...
Written on 05/05/2013, 21:53 by admin
la-civilta-degli-alberiUNA  NUOVA  CIVILTA'  DEGLI  ALBERI     Il bosco - foto di Alberto Colazilli       Immaginiamo un mondo senza più energia, in cui la gente per sopravvivere deve abbattere alberi, uccidere tutti gli animali compresi i cani e i gatti, distruggere tutto di tutto, in cui neppure l'oro ha più valore, in cui la moneta, i diamanti, sono inutili di fronte alla necessità di scaldarsi e di sopravvivere. Siamo arrivati al punto in cui tutta l'umanità è sottoposta al drastico...
Written on 05/05/2013, 21:52 by admin
progetto-citta-verdeIL FUTURO E’ NELLE  CITTA’ VERDI   Riforestare le città per salvare la nostra salute!     Il fogliame verde smeraldo di un grande albero non è solo bellezza ma anche un'ottima schermatura contro il caldo - Foto di Alberto Colazilli    La metropoli di vecchia concezione, simbolo della rivoluzione industriale, il luogo della produzione e del commercio, dell’agglomerato di tante persone, diventa sempre più il simbolo del fallimento della modernità. Ormai, il concetto...
Written on 05/05/2013, 21:44 by admin
l-albero-della-saggezzaL'ALBERO DELLA SAGGEZZA     Realizzato da Alberto Colazilli totalmente con penna grafica digitale. Il grande albero è rappresentato con un profilo di uomo dalla lunga barba che si intreccia tra le radici e i rami contorti. Nel 2012 è diventato il Logo del "Popolo degli Alberi e dei Giardini"   Spesso il rapporto che abbiamo con gli alberi è quello di "oggetti usa e getta" che si possono tagliare per la legna,  sdradicare per costruire, mutilare per vandalismo, torturare...
Written on 05/05/2013, 21:33 by admin
significato-del-logo-conalpaIL SIGNIFICATO DEL LOGO CO.N.AL.PA.     Il logo del CO.N.AL.PA. è il risultato di un lungo e ambizioso lavoro di squadra che ha dimostrato grande unione, intraprendenza  e creatività. L’ideazione, nel 2009, è di Alberto Colazilli, con la collaborazione di Davide Di Natale,  la realizzazione in disegno è di Florenza Mongelli, la realizzazione in grafica digitale è di Clara Candeloro.  L’albero, simbolo della rinascita e della pace, unione simbolica tra Terra e Cielo, nasce...
Written on 05/05/2013, 21:24 by admin
direttivo-nazionale-conalpa   CONSIGLIO DIRETTIVO COORDINAMENTO NAZIONALE PER GLI ALBERI E IL PAESAGGIO - ONLUS    Presidenza E-mail: presidenza@conalpa.it   Consiglio direttivo consiglio.direttivo@conalpa.it   Comitato Scientifico    E-mail: comitato.scientifico@conalpa.it      Presidente  DOTT. ALBERTO COLAZILLI (Storico dell'arte esperto di giardini e paesaggio) alberto.colazilli@conalpa.it   Alberto Colazilli è storico dell'arte, paesaggista, pittore e disegnatore naturalista....
Written on 05/05/2013, 21:14 by admin
 STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE “COORDINAMENTO  NAZIONALE  PER  GLI  ALBERI  E  IL  PAESAGGIO (Co.N.Al.Pa.)” ONLUS ° * ° * ° *     I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Denominazione dell’associazione E’ costituita l’associazione denominata “Coordinamento Nazionale per  gli  Alberi e  il  Paesaggio (Co.N.Al.Pa.)” ONLUS   Art. 2 Sede dell’associazione La sede legale dell’Associazione Nazionale è a Loreto Aprutino (PE), in via Pretara n. 24. Il Consiglio Direttivo Nazionale...
Written on 05/05/2013, 21:08 by admin
conalpa-onlus-associazione-per-gli-alberi-e-le-foresteCoordinamento Nazionale per gli Alberi e il Paesaggio - Onlus Organizzazione per la tutela delle foreste, del paesaggio,  dei grandi alberi e dei giardini.       Grande albero al tramonto in Provincia di Pescara - Foto di Alberto Colazilli     Il Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio ONLUS è un'associazione no-profit per la tutela e la valorizzazione degli alberi monumentali, giardini storici, foreste e paesaggio storico-naturalistico. E' promossa e gestita da uno...

GIARDINI D'ITALIA TRA STORIA, TUTELA, ARCHITETTURA E ARTE DEL GIARDINO

 

Cascatativoli1

 

Alla scoperta dei parchi e giardini d'Italia  attraverso la storia, l'architettura e l'arte dei giardini,  per conoscerne le particolarità, le meraviglie, le problematiche, i progetti di tutela e valorizzazione. 

L'IMPORTANZA DEGLI ALBERI

Ecologia, tutela e valorizzazione

 

Casertaparco1web 

Rubrica dedicata all'importanza naturalistica ed ecologica degli alberi 

PAESAGGI CULTURALI

 

Img 1250traboccoweb

 

Scoprire il valore storico e culturale di alcuni famosi paesaggi italiani che sono stati resi celebri da artisti e da grandi scrittori e viaggiatori

Area riservata utenti

Registrati al sito per accedere all'Area Riservata e alla Biblioteca del Co.N.Al.Pa. Onlus

Norme sul Copyright

Il materiale contenuto in questo sito, incluse fotografie, immagini, illustrazioni e testi, e’ protetto da copyright, trademarks e/o altri diritti di proprieta’ intellettuale (appartengono all'associazione Conalpa). Il sito nel suo complesso e’ protetto da copyright e da altri diritti di proprieta’ intellettuale. Tutti i diritti sono riservati.

I contenuti delle pagine del sito non possono essere replicati, neanche parzialmente, su altri siti web, mailing list, newsletter, riviste cartacee e CD-ROM senza la preventiva autorizzazione dell'associazione Conalpa, indipendentemente dalle finalita’ di lucro. L'autorizzazione va chiesta per iscritto, e si ritiene accettata soltanto con un preciso assenso per iscritto. Il silenzio non da’ luogo ad alcuna autorizzazione.

E' consentita la citazione a titolo di cronaca, studio, critica o recensione, purchè sia accompagnata dal nome dell'associazione Conalpa e dall'indicazione della fonte compreso URL www.conalpa.it

ALBERI E GIARDINI NELL'ARTE

   

Turner Golden Bough1834web

  

La rubrica vuole far scoprire gli alberi e i giardini attraverso la loro rappresentazione nelle opere d'arte, con particolare riferimento alle scuole di pittori e ai grandi artisti che hanno costellato la storia dell'arte e l'evoluzione dei giardini. 

Dona il tuo 5x1000 a Co.N.Al.Pa.

Conalpa Onlus Logo Web

Con la Dichiarazione dei redditi puoi sostenere il Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio Onlus. Per farlo, indica nell’apposito spazio della Dichiarazione

il Codice Fiscale della nostra associazione: 

91112670681

La rivista "Fratello Albero"

sfogliabile on-line

  

 0 Fronteweb2

Numero 7

dicembre 2016

 

La rivista ufficiale del Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio ONLUS.

Storia, arte, natura, cultura sui grandi alberi, sui giardini e sul paesaggio.

PER POTER SCARICARE TUTTI I NUMERI DELLA RIVISTA

REGISTRATI AL SITO DEL CONALPA

Iscriviti newsletter Co.N.Al.Pa.

Inserisci nome utente e indirizzo E-mail per ricevere le NEWSLETTERS dal sito CO.N.AL.PA. Non riceverai alcuna informazione di carattere commerciale ma solo articoli su alberi, paesaggio e ambiente in generale
Privacy e Termini di Utilizzo

Presentazione libro:

"L'importanza degli Alberi e del Bosco"

 

Presentazione Libro Copertine

 

Il libro "L'importanza degli alberi e del bosco" è un'opera monumentale in due volumi tutta dedicata ai grandi alberi, alle foreste, alla bellezza del paesaggio a cui hanno partecipato illustri esperti di fama internazionale. Opera curata da Kevin Cianfaglione e Vincenzo Di Martino, richiesta dall'Università di Camerino, dal CEA "Renzo Videsott" Riserva Statale Montagna di Torricchio e dalle Associazioni Smilax Onlus e Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio.

Sostieni il CONALPA Onlus

BANNER SITO ISCRIZIONI E DONAZIONI

Iscriviti a CONALPA
Pixel
Pixel

Coordinamento Nazionale per gli Alberi e il Paesaggio ONLUS

Popolo degli Alberi e dei Giardini

Sede legale: Via Pretara 24, 65014 Loreto Aprutino (PE)

E-mail: alberiepaesaggio@gmail.com. Mobile: 3291521643

Copyright © 2015. All Rights Reserved. Designed by Co.N.Al.Pa. Onlus


DONA IL TUO 5 X 1000 A FAVORE DEGLI ALBERI E DEI GIARDINI: C.F. 91112670681

PER DONAZIONI A FAVORE DEGLI ALBERI E DEI GIARDINI:

IBAN: IT 59 V 06245 77320 CC0310050637